Riflessioni

May 28, 2019

Spesso mi chiedono perché vengono coperti da mani e mani di tinta.
Io invece spesso mi domando cosa mi fa insistere tutto il giorno, attaccata ad una volta o ad una parete.
Credo che sia ciò che viene fuori dopo ore di lavoro e che riesco a restituire, non solo al cliente o alla collettività, ma a me prima di tutto e a chi ha realizzato l’opera.
Credo non faccia la differenza il periodo, chi l’ha eseguito, dove è collocato ( non mi riferisco evidentemente alla metodologia d’intervento).
Fa la differenza l’approccio con il quale ci mettiamo di fronte all’opera.
Sentirsi importanti o bravi non è dato dalla firma, dalla datazione o dal titolo che si ha in tasca.
Ho collaborato con funzionari e restauratori, con grande soddisfazione professionale, perché è stato straordinario il bagaglio di sapere, che hanno saputo condividere con umiltà e talvolta anche con un pizzico di ironia.
A mio modestissimo parere questo è il modo giusto per fare questo meraviglioso lavoro.

Rita Pontarollo

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

Living Streets

October 11, 2017

1/1
Please reload

Post recenti

December 4, 2019